Bagno di Romagna – Campodonico – Macchia del Cacio – Monte Carpano – Il Poggiaccio – Poggio Vitine – Sentiero degli Gnomi

No votes yet.
Please wait...
Panoramico
2
1: Molto
2: Normale
3: Poco
Salita
2
1: Ripida
2: A tratti
3: Nulla
Difficile
C Poco difficile - per escursionisti
Ombra
2
1: Bosco
2: Parziale
3: Assolato
Partenza
Bagno di Romagna
Posted by
Posted on
Bagno di Romagna – Campodonico – Macchia del Cacio – Monte Carpano – Il Poggiaccio – Poggio Vitine – Sentiero degli Gnomi

 Si lascia la macchina nel parcheggio delle terme, si percorre la strada verso S.PIERO IN BAGNO e 50 m prima di arrivare alla prima rotonda si va a sinistra su per la VIA DELL’ ORTO, poi si prende VIA FRA BASILIO NARDI tutta la strada è in salita, si devia a sinistra e si continua a salire su una strada più stretta cementata che poi diventa sterrata e spiana ,al primo incrocio che si incontra si va a destra in salita seguendo la strada sterrata che si seguirà (TUTTI QUESTI SENTIERI IN REALTA’ SONO SEGNATI CON UNA NUMERAZIONE PENSO LOCALE VISTO CHE NELLA CARTA IN MIO POSSESSO SONO SEGNATI COME VECCHI SENTIERI ). Si prosegue in salita ,  seguendo sempre la strada sterrata che con vari zig-zag ci porta fino a CA’ CAMPODONICO, qui una larga mulattiera in salita ci permette di arrivare all’ incrocio con il sentiero 193 proveniente dall’ EREMO DI CORZANO,  si va a sinistra e si prosegue sempre sul crinale e a parte un tratto in piano va sempre in salita  con tratti molto panoramici sulla zona di BAGNO DI ROMAGNA, SUL M. COMERO E SUL CRINALE CHE DAL PASSO DEI MANDRIOLI VA AL POGGIO 3 VESCOVI. Dopo un ultimo tratto in discreta salita si arriva sulla strada forestale alla MACCHIA DEL CACIO dove incontriamo il sentiero 201. Si va a sinistra e si segue la strada che rimane sempre sul crinale, si passa sotto il M. CASTELLUCCIO , dopo un po’ si abbandona la strada per proseguire diritto in salita fino ad arrivare sotto il M. CARPANO, ora si scende fino ad incontrare la strada forestale proveniente da PIETRAPAZZA sul PASSO DEL M.CARPANO. Si prosegue per la strada forestale, si passa dal POGGIACCIO, poi dopo in corto tratto in salita si arriva alla sbarra, si oltrepassa e subito dopo si va a sinistra sul sentiero 185. Questo sentiero va subito in discesa, poi dopo un tratto in piano, riprende a scendere, si passa da CA’ BECCA, poi si scende ancora, ad un certo punto si devia a sinistra, qui fare un po’ di attenzione perché con terreno molto bagnato sci scivola essendola discesa ripida e con massi, si attraversa un fosso, dove c’ è una sorgente, dopo un’ ultimo tratto in discesa si arriva su una stradella sterrata in una zona da pic-nic. Si segue la strada che ci porta sulla strada asfaltata che porta sul PASSO DEI MANDRIOLI, si va a sinistra e si segue la strada fino a BAGNO DI ROMAGNA, si ritorna al parcheggio dove abbiamo lasciato la macchina, qui si attraversa il FIUME SAVIO e si prende il sentiero 161 che incomincia subito a salire su una larga mulattiera, si passa da LA ROCCACCIA , poco dopo si abbandona il sentiero per andare a destra su un sentiero SEGNATO A LIVELLO LOCALE CON SEGNI BIANCO-ROSSI, dopo un corto tratto in piano si ritorna a salire con una salita discreta, si incontrano le CA’ FOSSE, si continua ancora a salire DA ADESSO OCCORRE FARE MOLTA ATTENZIONE POICHE’ ANCHE SE IL SENTIERO E’ SEGNATO IN VARI PICCOLI INCROCI I SEGNI NON SONO MOLTO VISIBILI E IL SENTIERO  PRESENTA DEI TRATTI MOLTO SCONNESSI E A VOLTE E’ UN PO’ NASCOSTO, poco dopo si devia a destra si scende un po’, poi ci sono alcuni sali-scendi, si arriva anche in un punto in cui il sentiero è un po’ sbarrato da rami, si oltrepassano e a sinistra si prende un largo sentiero, si arriva ad un abbeveratoio, si costeggia un castagneto e poco dopo si arriva a CA’ VITINE. Ora si lascia il largo sentiero e passando in mezzo alla casa si prosegue sempre seguendo il SENTIERO SEGNATO che riprende a salire ANCHE QUI FARE ATTENZIONE NON PRENDERE LA LARGA MULATTIERA, il sentiero tutto in salita ci permette di arrivare sul crinale dove si incontra il sentiero 161, ora si segue il crinale andando a sinistra, dopo un corto tratto in leggera salita , si scende per poi risalire sul POGGIO VITINE, il panorama è bello, con sulla destra il M.COMERO e sulla sinistra tutta la zona dietro BAGNO DI ROMAGNA, da questo punto si incomincia a scendere, ci sono alcuni tratti ripidi, si passa vicino ad un ripetitore, ora il sentiero diventa una larga mulattiera che però in alcuni tratti si stringe a causa di piccole frane, si arriva così su un prato a PIAN BASERCA, qui ci sono dei ripetitori, si attraversa il prato verso destra, quindi si va subito a sinistra su un piccolo sentiero che ci porta sul sentiero principale che con alcuni tratti molto ripidi in discesa ci permette di arrivare al VILLAGGIO DEL SENTIERO DEGLI GNOMI, il sentiero caratterizzato da gnomi, casette, animali, ci porta sul FIUME SAVIO, una volta attraversato si segue la strada andando a sinistra fino alla macchina.

N.B. IL TEMPO DI PERCORRENZA SENZA SOSTE, E QUESTO DIPENDE ANCHE DAL TEMPO CHE SI IMPIEGA A GUARDARE IL VILLAGGIO DEGLI GNOMI, E’ DI CIRCA 7,30 ORE, E IL DISLIVELLO TOTALE IN SALITA E’ DI 1230 m.

  1. Tratto del sentiero 193
  2. Panorama dal sentiero 193
  3. Panorama dal M. CARPANO
  4. Indicazione della vecchia osteria
  5. Resti dell' osteria del M. CARPANO
  6. Il sentiero 185
  7. Fonte sul sentiero 185
  8. Cascatella del RIO BECCA
  9. LE FOSSE
  10. Il sentiero verso CA' VITINE
  11. Abbeveratoio
  12. CA' VITINE
  13. La strada E 45 dal crinale del sentiero 161
  14. Il MONTE COMERO
  15. Prima parte del sentiero 161 sul crinale
  16. Panorama dal sentiero 161
  17. PIAN BASERCA
  18. IL VILLAGGIO DELI GNOMI
  19. IL VILLAGGIO DEGLI GNOMI
  20. IL VILLAGGIO DEGLI GNOMI
  21. IL VILLAGGIO DEGLI GNOMI
  22. IL VILLAGGIO DEGLI GNOMI
  23. IL VILLAGGIO DEGLI GNOMI
  24. IL VILLAGGIO DEGLI GNOMI
  25. IL VILAGGIO DEGLI GNOMI
  26. Indicazione del SENTIERO DELI GNOMI

No comments yet, be the first to leave one!

Lascia un commento

Note: Comments on the web site reflect the views of their respective authors, and not necessarily the views of this web portal. Members are requested to refrain from insults, swearing and vulgar expression. We reserve the right to delete any comment without notice or explanations.

Your email address will not be published. Required fields are signed with *

*
*