Colle di Val d’Elsa – Sentierelsa

Rating: 5.0/5. From 2 votes.
Please wait...
Panoramico
2
1: Molto
2: Normale
3: Poco
Salita
2
1: Ripida
2: A tratti
3: Nulla
Difficile
A Facile -Turistica
Ombra
2
1: Bosco
2: Parziale
3: Assolato
Partenza
Colle di Val d'Elsa
Posted by
Posted on
Colle di Val d’Elsa – Sentierelsa

Il Sentierelsa è un percorso attrezzato di circa 4 km lungo il fiume Elsa, meta molto frequentata (a luglio e agosto anche troppo) dagli amanti dei bagni al fiume.  Parcheggiata la macchina nella località di Gracciano, vicino al Parco Fluviale, ho preferito lasciare questo per ultimo e fare prima un giro sulle colline tipicamente toscane intorno al centro abitato. I colori che spaziano dal verde al giallo della campagne e la vista dell’antico borgo valgono sicuramente la deviazione dalla meta principale. Da non perdere un giro tra le mura del borgo di Colle di Val d’Elsa, entrando sotto l’arco di Palazzo Campane e percorrendo la via principale Via di Castello. D’obbligo una visita al museo del cristallo dato che è il centro più importante in Italia  per la sua produzione, io non lo sapevo ma la caratteristica coppa del mondo di sci è fatta qui. Da visitare anche la Cripta del Duomo, chiamata l’Oratorio della Misericordia o Cripta della Morte dato che al suo interno i richiami escatologici sono innumerevoli: bare, affreschi con scheletri e ossa un pò dovunque e l’atmosfera delle luci soffuse rende il tutto ancora più lugubre. Nella bella piazza centrale Arnolfo di Cambio c’era poi un’esposizione di auto d’epoca a renderla più festosa.

Da qui mi sono portato al Sentierelsa, che attraversa tutto il parco fluviale tra attraversamenti del corso d’acqua fatti di passerelle e corde, cascatelle, pozze d’acqua scavate nel travertino  e … tanti tanti bagnanti! Una vera folla che invade ogni pozzanghera del parco, per chi ama la pace della natura consiglio di effettuare l’escursione fuori stagione. Notevole la cascata del Diborrato dove si narra sia caduto un carro armato durante la Seconda Guerra Mondiale. Siamo quasi all’uscita del Parco,  nei pressi del Ponte di San Marziale e qui è possibile anche fare rafting.

Distanza totale: 11494 m
Altitudine massima: 226 m
Altitudine minima: 108 m
Total time: 03:14:26
Scarica

 

Relive ‘Sentierelsa’

  1. Colline toscane
  2. Colle di Val d'Elsa
  3. I colori della campagna toscana
  4. Piccoli cipressi crescono...
  5. Cripta della Misericordia
  6. Le mura del borgo
  7. Il borgo
  8. Gino lo Spaventapasseri
  9. Ponte simil tibetano
  10. Le acque turchesi dell’Elsa

3 comments

  1. Pier Giorgio Saviotti said on settembre 16, 2019 Rispondi

    Bello, Andrea… Cultura e movimento. Certo che in estate i guadi e le pozzanghere sono fin troppo ambìti non solo per scoprire le bellezze della Natura….

    1. Navtrekking_adm said on settembre 17, 2019 Rispondi

      Eh si’, ho decisamente sbagliato periodo, credo che ottobre/novembre o ancor meglio in primavera sia tutt’altra cosa!

  2. paolanensor said on settembre 16, 2019 Rispondi

    Bellissimi posti Andrea. Grazie per averceli fatti conoscere!

Lascia un commento

Note: Comments on the web site reflect the views of their respective authors, and not necessarily the views of this web portal. Members are requested to refrain from insults, swearing and vulgar expression. We reserve the right to delete any comment without notice or explanations.

Your email address will not be published. Required fields are signed with *

*
*