Lago Cavone – Rifugio Duca degli Abruzzi – Passo Tre Termini – Passo dello Strofinatoio – Corno delle Scale – Passo del Cancellino- Lago Cavone

Rating: 5.0/5. From 1 vote.
Please wait...
Panoramico
1
1: Molto
2: Normale
3: Poco
Salita
2
1: Ripida
2: A tratti
3: Nulla
Difficile
B Media - per persone allenate
Ombra
3
1: Bosco
2: Parziale
3: Assolato
Partenza
Lizzano in Belvedere
Posted by
Posted on
Lago Cavone – Rifugio Duca degli Abruzzi – Passo Tre Termini – Passo dello Strofinatoio – Corno delle Scale – Passo del Cancellino- Lago Cavone

Porretta Terme, Lizzano in Belvedere, La Ca’, Rifugio Cavone.

La Chicca ed io partiamo dal Lago Cavone, a 1420 metri, sul sentiero 329. La mattinata è bella ma già si vede qualche nuvola bassa (Foto 1). Arriviamo al Rifugio Duca degli Abruzzi, sul lago Scaffaiolo, a circa 1800 metri d’altezza (Foto 2 e 3). Il rifugio è chiuso, addio caffè. Prendiamo il sentiero europeo E1 00 verso il Passo Tre Termini (ca 1800 m). Guardando indietro ammiriamo un bel panorama dai colori tipicamente autunnali (foto 4). In montagna l’autunno arriva prima. Proseguendo sullo stesso sentiero saliamo al Passo Strofinatoio (1847 m, foto 5). Da lì parte il sentiero 129 che porta alla vetta del Corno delle Scale (1945 m, foto 6). La croce del Corno è avvolta nella nebbia che ci ha accompagnato per buona parte dell’escursione. Andava e veniva trascinata da un vento forte e freddo. Anche la temperatura era autunnale. Siamo scesi per lo stesso sentiero e abbiamo ripreso l’E1 00 per il Passo del Cancellino (1630 metri) per poi salire al Monte Uccelliera (1704 m) dove c’era una fonte ma di acqua non ne scendeva. Nella via del ritorno abbiamo rifatto lo stesso percorso perchè non c’erano vie alternative. Anche visto dalla parte opposta all’andata il paesaggio era molto bello anche per i colori caldi (Foto 7) e, con il sole più basso, per i disegni sulle montagne disegnati dalle nuvole basse (Foto 8). Abbiamo concluso l’escursione con una passeggiata intorno al Lago Cavone per ammirare i suoi bei colori nell’ora dorata e i disegni creati dall’acqua increspata dal vento (Foto 9).
Un’escursione da raccomandare per i panorami molto belli offerti continuamente da un percorso che è rimasto quasi sempre intorno ai 1700-1800 metri,  che consentiva allo sguardo di spaziare tutto intorno privo di ostacoli, senza nemmeno un albero.
Portate acqua e caffè, non ne troverete.

Distanza totale: 20177 m
Altitudine massima: 1936 m
Altitudine minima: 1387 m
Total time: 10:47:32
Scarica

Relive ‘Corno alle Scale’

  1. 1 - Partiamo con il bel tempo ma con qualche nuvola bassa.
  2. 2 - Il rifugio Duca degli Abruzzi
  3. 3 - Il Lago Scaffaiolo a fianco del rifugio
  4. 4 - Sulle montagne è già autunno
  5. 5 - Il Passo dello Scaffalatoio è la porta del sentiero per la vetta del Corno delle Scale.
  6. 6 - La croce sulla vetta è stata sempre circondata dalla nebbia
  7. 7 - Ridiscesi al Passo dello Scaffalatoio la Chicca ed io ammiriamo il bel panorama dai colori molto caldi
  8. 8 - Sulla via del ritorno, i suggestivi disegni delle ombre proiettate dalle nuvole basse
  9. 9 - All'arrivo l'ultimo sguardo al lago Cavone increspato dal vento

No comments yet, be the first to leave one!

Lascia un commento

Note: Comments on the web site reflect the views of their respective authors, and not necessarily the views of this web portal. Members are requested to refrain from insults, swearing and vulgar expression. We reserve the right to delete any comment without notice or explanations.

Your email address will not be published. Required fields are signed with *

*
*