Crespino ( Marradi ) – Ortacci – Ca’ Brancobalardi – Poggio Allocchi – Monte Carnevalone

Rating: 5.0/5. From 2 votes.
Please wait...
Panoramico
2
1: Molto
2: Normale
3: Poco
Salita
2
1: Ripida
2: A tratti
3: Nulla
Difficile
C Poco difficile - per escursionisti
Ombra
2
1: Bosco
2: Parziale
3: Assolato
Partenza
Marradi
Posted by
Posted on
Crespino ( Marradi ) – Ortacci – Ca’ Brancobalardi – Poggio Allocchi – Monte Carnevalone

N.B QUESTO PERCORSO PER PERSONE ALLENATE PUO’ ESSERE FATTO ANCHE IN M.T.B.  I TRATTI NON FATTIBILI E QUINDI DA FARE A PIEDI SONO: ALCUNI TRATTI DEL 537 CHE SALE AGLI  ORTACCI E LA DISCESA AL PASSO DELLA FRASCA.

 

Si lascia la macchina subito dopo la stazione di CRESPINO, attraversare tutto il paese e andare a sinistra, attraversare il LAMONE e  andare diritto sul sentiero 537, la prima parte del sentiero è larga mulattiera sterrata, si attraversano 2 torrentelli poi si lascia la larga mulattiera per andare a sinistra sempre su 537,si inizia a salire , poco dopo si passa da  CAMPO D’ ABBIA, salita incomincia ad essere più ripida e il sentiero è una larga mulattiera, si passa vicino ad un abbeveratoio e poco dopo si arriva sui prati e quindi agli ORTACCI, si prosegue in salita, il sentiero spiana un po’ poi in leggera salita si arriva sul crinale principale sul  GEA 00, qui si va a sinistra in salita e dopo 100 m si arriva sul POGGIO DEL TIGLIO. Si ritorna indietro e si segue il GEA 00, si alternano corti tratti in salita a tratti in discesa e dopo essere passati dall’ ALPE DI VITIGLIANO si arriva  al POGGIO CASTELLINA ,qui si abbandona i GEA 00 e si prosegue diritto su 26, si segue sempre il crinale ,il sentiero è una larga mulattiera nella prima parte si alternano tratti in leggera salita  poi  ci sono tratti in discesa discretamente ripidi, ad un certo punto quando il sentiero spiana un po’, andare a destra su un sentiero NON SEGNATO ( c’ è una sbarra), questo sentiero in realtà è una larga mulattiera, la prima parte va in piano, poi scende poi spiana qui si trova un incrocio non andare a sinistra ma proseguire in salita fino ad incontrare CA’ SALTOMARE, si continua sempre a salire, si arriva su una piccola radura, proseguire diritto, ora si incomincia ascendere e dopo avere attraversato un fosso si incontra un sentiero segnato che si seguirà andando diritto. Da adesso si salirà sempre subito dopo si incontra CA’ BRANCOBALARDI, si prosegue sempre in salita fini ad arrivare di nuovo sul crinale sul GEA 00 al POGGIO DEGLI ALLOCCHI dove si può vedere tutta la zona di CASAGLIA ,  si va a destra e si segue il GEA 00 che ci riporta  al POGGIO CASTELLINA dove si devia verso sinistra proseguendo sempre su GEA 00, si passa dall’ ALPE DI VITIGLIANO fino ad arrivare di nuovo al  POGGIO DEL TIGLIO

 Ora abbandonare il GEA 00 andare a sinistra su una larga mulattiera 537, poco dopo mentre la mulattiera va a sinistra proseguire diritto verso l alto su sentiero AM (139), nella prima parte ci sono alcune salite, si passa sotto FEMMINA MORTA , si arriva alla BUSCA PIANA, poi con una  ripida discesa si arriva al PASSO DELLA FRASCA. Sul passo proseguire verso l’alto su sentiero NON SEGNATO , si alternano salitelle a tratti in piano, come si esce dal bosco in basso a sinistra si vede CRESPINO e a destra la zona di CAMPIGNO, questo tratto sul crinale è panoramico ,arrivati alla fine del tratto di marnoso arenacea al POGGIO VALDOLSERA, si prosegue diritto rimanendo sul crinale, dopo una breve salita si incomincia scendere dove si incontra il sentiero 527, qui andare a sinistra e seguire sempre questo sentiero che in discesa ci porta al M. CARNEVALONE dove si può vedere tutto MARRADI, ora si alternano tratti in salita a tratti in discesa, fino ad incontrare una larga mulattiera proveniente da sinistra, da adesso si va sempre in discesa , si prosegue su un tratto lastricato fino ad entrare in un vecchio castagneto, arrivati ad una casa seguire la strada sterrata fino alla strada asfaltata ,qui a sinistra e subito dopo si arriva alla stazione.

N.B. IL TEMPO DI PERCORRENZA SENZA LE SOSTE E’ DI CIRCA 8,30 ORE E IL DISLIVELLO TOTALE IN SALITA E’ DI 1550 m

Distanza totale: 32013 m
Altitudine massima: 1105 m
Altitudine minima: 510 m
Tempo totale: 10:24:45
Scarica
  1. ALBA A CRESPINO
  2. CAMPO D' ABBIA
  3. Sentiero 537
  4. GLI ORTACCI
  5. Sentiero verso il POGGIO DEL TIGLIO
  6. POGGIO DEL TIGLIO
  7. Stazione abbandonata di FORNELLO
  8. CA' BRANCOBALARDI
  9. Zona di CASAGLIA dal POGGIO DEGLI ALLOCCHI
  10. Zona di CAMPIGNO
  11. MARRADI dal M. CARNEVALONE
  12. Altri tipi di bucaneve
  13. Stazione di CRESPINO

9 comments

  1. Navtrekking_adm said on aprile 21, 2019 Rispondi

    Grandissimo @luciano49 ! Centrato in pieno l’obiettivo della Mission!

  2. Pier Giorgio Saviotti said on aprile 21, 2019 Rispondi

    Brancobalardi, una trentina di anni fa era ancora in parte coperta e ci si poteva fermare dentro anche col camino funzionante….volendo. La foto di Luciano dà l’idea che la Natura tutto si riprende.

    1. luciano49 said on aprile 22, 2019 Rispondi

      Ciao Pier Giorgio, e si se si abbandonano le cose la natura fa presto ad appropiarsene , CA’ BRANCOBALARDI quando era ancora in piedi dalle rovine mi sembra che che fosse veramente bella, prima di questa casa ero passato anche da CA’ SALTOMARE quella è ancora in discrete condizioni.
      Ciao e a presto

  3. Paola Nensor said on aprile 21, 2019 Rispondi

    Ed ecco il mitico Luciano! Accidenti che giro. Mi piace la foto dove scrivi ” alba”….è notte fonda ancora lì. Ma a che ora sei partito? Alle 4 già ti vedo in salita…sono sicura.

    1. luciano49 said on aprile 22, 2019 Rispondi

      Ciao PAOLA, mi fa un gran piacere risentiti, no non sono partito prestissimo, ho abbandonato la macchina alle 5,15 che è già alba.
      Spero che tu e la tua famiglia abbiate trascorso una BUONA PASQUA e che tu sia pronta a fare nuove escursioni.Io mi ero ripromesso di fare la MISSION DEGLI ACUTI e prima che scada il termine tempo permettendo la farò
      A presto e VI AUGURO UNA BUONA SERATA

      1. paolanensor said on aprile 23, 2019 Rispondi

        Ciao Luciano,
        feste tranquille in casa anche perchè ero sotto antibiotico per una brutta sinusite, per cui niente giri. Spero di rifarmi. In verità avevo pensato a qualche escursione che è già stata pubblicata di zone qui intorno che ancora non ho visto, quindi mi sa che non mi vedrete, ahah. Però intanto seguo le tue. Spero anche per te e la tua famiglia giorni sereni. Buona serata!

        1. luciano49 said on aprile 23, 2019 Rispondi

          Ciao Paola,
          mi dispiace tanto per la tua sinusite, per noi che siamo abituati a fare sempre qualcosa restare fermi è un supplizio e come abbiamo già detto ci rende nervosi, questa stagione un pò balorda non ci aiuta certo, riprenditi presto e incomincia con percorsi non molto impegnativi e cambiali in qualche tratto per pubblicarli.
          Ciao a presto ( anche per noi pasqua tranquilla in casa)

          1. Paola Nensor said on aprile 23, 2019 Rispondi

            Luciano…come mi conosci bene! Comunque sono andata al lavoro ugualmente per cui questi due giorni a casa mi servivano per recuperare le energie. Intanto mi guardo le vostre foto e guardo qualche percorso per quando andremo a giugno in ferie sulle Dolomiti. Grazie mille del pensiero. Ciao!!

  4. Mario Rossi said on aprile 28, 2019 Rispondi

    A Cà Brancobalardi ricordo un lavatoio e una bella fontana di acqua freschissima, chissà se esiste ancora.
    D’altronde la zona è ricca di acqua non a caso Crespino è nominato il “paese delle fontane e delle acque buone”.
    E oltre alle fontane ci sono diverse cascatelle disseminate in zona .

Lascia un commento

Note: Comments on the web site reflect the views of their respective authors, and not necessarily the views of this web portal. Members are requested to refrain from insults, swearing and vulgar expression. We reserve the right to delete any comment without notice or explanations.

Your email address will not be published. Required fields are signed with *

*
*