EE-Nasseto-2018-09

Rating: 5.0/5. From 9 votes.
Please wait...
Panoramico
1
1: Molto
2: Normale
3: Poco
Salita
1
1: Ripida
2: A tratti
3: Nulla
Difficile
D Difficile - per escursionisti esperti.
Ombra
2
1: Bosco
2: Parziale
3: Assolato
Partenza
Bagno di Romagna
Posted by
Posted on
EE-Nasseto-2018-09

Da San Piero in Bagno per Monte Castelluccio, Monte Carpano , Mandrioli e Bagno di Romagna.

 

 

Distanza totale: 30524 m
Altitudine massima: 1199 m
Altitudine minima: 460 m
Total time: 04:56:24
Scarica
  1. .

17 comments

  1. Mario Rossi said on ottobre 27, 2018 Rispondi

    Wow! Giro stupendo e davvero impegnativo. Ma la discesa da Nasseto alle Gualchiere dev’essere spaccaschiena ripida e piena di sassi com’è!

    1. Andreag71 said on novembre 17, 2018 Rispondi

      Vero! Io l’ho fatta a piedi mentre veniva giu’ un gruppo in mtb a rotta di collo! A parte i colpi che si sono presi per il potenziale pericolo, ci siamo chiesti tutti come facessero ad andare a quella velocità su un terreno cosi’ .

  2. Nordic Nordic said on ottobre 27, 2018 Rispondi

    Complimenti! Sarebbe bello farlo a piedi …solo leggermente un pò lungo, magari in due tappe se ci fosse qualche struttura a metà percorso, ma a memoria direi di no.

    1. Andreag71 said on novembre 24, 2018 Rispondi

      Che sappia io l’unico posto in zona per pernottare è La Casa o chiamata anche Rifugio Cornieto, non è che un edificio agibile sempre aperto con camino e tavola. Ma per arrivarci va fatta una deviazione a Macchia del Cacio, prima di Monte Castelluccio, un pò troppo all’inizio del percorso.
      Si puo’ comunque accorciare facendo il sentiero 189 fino a Bagno di Romagna, prendendolo subito dopo Monte Carpano.

  3. Mario Rossi said on ottobre 27, 2018 Rispondi

    Puoi sempre piantare una tenda sul Poggiaccio!

  4. Navtrekking_adm said on ottobre 27, 2018 Rispondi

    Questo sì che è un navtrekker!! Congratulations!

  5. Mario Rossi said on ottobre 27, 2018 Rispondi

    Vuoi dire che io sarei un pappamolla?!!? ahahha
    L’età è quella che è ma mi difendo ancora, questo giro a piedi lo farei in mezza giornata| 😉

  6. Navtrekking_adm said on ottobre 27, 2018 Rispondi

    @mario68 mai e poi mai era mia intenzione sminuire un altro navtrekker come te !
    Era solo un complimento a @massimofussi!

    Come dici”alla tua età” hai pur sempre pubblicato escursioni di 20 km a piedi nel bellissimo casentinese!

  7. AndreaTrek said on ottobre 27, 2018 Rispondi

    Esatto! Siamo tutti gran navtrekker.

    Io nel mio piccolo ho fatto Cancellino -la Lama e ritorno, più di 35 km!

    Quasi tutti in piano, pause ad inseguire caprioli, pause per mangiare e pause di riposo…però l’ho fatta!

  8. Navtrekking_adm said on ottobre 27, 2018 Rispondi

    Il buon navtrekker non conosce limiti, ma il suo appetito sì e quando lo stomaco chiama è consentita qualsiasi sosta!

    Quando la fatica supera la soglia del piacere allora è ora di fermarsi e godersi il panorama e l’ambiente che ci circonda.

  9. Tommy said on ottobre 27, 2018 Rispondi

    Perfettamente d’accordo! Io aggiungo anche pause per fare foto oltre a quelle di @andreatrek .Il trekking e la mtb per me sono innanzitutto relax, certo se poi ci sono anche dei bei risultati in termini di km percorsi e andatura ancor meglio!

  10. Navtrekking_adm said on ottobre 27, 2018 Rispondi

    Si può sempre tagliare….dal piazzale di Nocicchio se butta male si prende l’asfalto e si torna indietro comodi, io vorrei provarci cosi’, tutta sarebbe proibitiva per me.

    1. italianmountain said on ottobre 28, 2018 Rispondi

      Guardando la cartina dell’escursione così sarebbero circa una 20ina di km giusto? Quasi fattibile a piedi…

  11. AndreaTrek said on ottobre 27, 2018 Rispondi

    C’è sempre il portage nei tratti più difficili, onestamente credo di essere un campione di specialità in questa tecnica!
    Non temo confronti eheheheh

  12. Navtrekking_adm said on ottobre 27, 2018 Rispondi

    Io invece, pur essendone un gran utilizzatore, sono sempre in difficoltà uscendo sempre con lo zaino e macchina fotografica all’interno.
    Esiste davvero una tecnica?

  13. Andreag71 said on ottobre 27, 2018 Rispondi

    Credo che con la schiena non sia mai fattibile, visto che se ci serve è per via delle dimensioni ridotte del track oppure tratti impervi, avere la bici come ali ai fianchi non mi sembra il caso.

    Io uso sempre la spalla, finchè regge!

  14. Cristiano U said on novembre 4, 2018 Rispondi

Lascia un commento

Note: Comments on the web site reflect the views of their respective authors, and not necessarily the views of this web portal. Members are requested to refrain from insults, swearing and vulgar expression. We reserve the right to delete any comment without notice or explanations.

Your email address will not be published. Required fields are signed with *

*
*