Faenza – Castel Raniero – Pideura – Faenza

No votes yet.
Please wait...
Panoramico
2
1: Molto
2: Normale
3: Poco
Salita
2
1: Ripida
2: A tratti
3: Nulla
Difficile
B Media - per persone allenate
Ombra
2
1: Bosco
2: Parziale
3: Assolato
Partenza
Faenza
Posted by
Posted on
Faenza – Castel Raniero – Pideura – Faenza

Si lascia la macchina poco prima di CELLE, si segue la strada asfaltata fino a celle, subito dopo si prende la strada asfaltata che va a sinistra, dopo poco si inizia a salire leggermente, all’ incrocio si prosegue diritto, si sale ancora un po’, poi si scende all’ incrocio si va a destra sempre su strada, si scende, si attraversa un ponte a 2 volte rinforzato con travi in ferro ( per vederlo dopo 100m si può andare a destra nel campo), ritornati indietro si va a destra, e subito dopo a sinistra , ora inizia la salita seguendo sempre la strada, si arriva sul crinale a CA’ MERLINO, qui la strada asfaltata finisce e diventa sterrata, si segue il crinale fino sul M. CORALLI. Ora abbandonare la strada e andare a destra, si aggira una casa e si prende una carraia NON SEGNATA, il panorama diventa bello, dopo poco si devia a destra e si inizia una ripida discesa fino a CA’ DEL RONCO, ora si continua su una strada sterrata in discesa fino alla TORRE DI VEZZANO, si ritorna indietro sulla strada sterrata, si ripercorre per 200 m la strada poi si va a destra su un accenno di carraia NON SEGNATA che tutta in discesa ci porta ad un invaso di acqua, ora si incomincia a salire seguendo delle carraie in mezzo ai campi fino ad incontrare la strada sterrata, si va a destra fino alla chiesa di PERGOLA, si va a sinistra e dopo 200 m si prende la strada a sinistra, si passa vicino ad alcune case si scende un po’ poi si abbandona la strada per andare a destra su una carraia che va tutta in ripida discesa, si incominciano a vedere dei bellissimi calanchi, poco prima di arrivare in fondo sulla sinistra c’ è un invaso di acqua dove si possono vedere delle nutrie. Si arriva su una strada sterrata che si seguirà andando a sinistra, IN QUESTA ZONA IO HO VISTO UN LUPO, si percorre la strada in piano fino alle ormai abbandonate FONTI DI SAN CRITOFORO, qui si va a sinistra su una carraia in mezzo ai campi che in salita ci porta su una strada e poi si  arriva sul crinale all’ OLMATELLO. Percorrere la strada asfaltata fino alla BERTA, poi abbandonare la strada e andare a sinistra sul sentiero 505, questo sentiero rimane sul crinale su un bel terrazzino sopra i calanchi, poco dopo si ritorna sulla strada  fatta in precedenza, si segue la strada fino alla chiesa di CASTEL RANIERO, ora si va a sinistra e si segue questa nuova strada che passando dalla vecchia colonia tutta in discesa ci porta ad un incrocio, qui si si prende la strada di sinistra e al successivo incrocio di nuovo a sinistra, si scende un po’ , poi si incomincia a salire sempre su strada RIO BISCIA. Si sale quasi sempre, arrivati all’ incrocio si segue la strada di sinistra e in salita si percorre fino in vista della chiesa della PIDEURA, ritornare indietro e giunti all’ incrocio precedente, proseguire diritto, dopo un tratto in discesa si passa vicino alla chiesa di PERGOLA, si prosegue sempre diritto, dopo un tratto in piano la strada incomincia a scendere i inizia a scendere fino ad arrivare alla macchina.

N.B. IL TEMPO TOTALE DI PERCORRENZA SENZA SOSTE E’ DI CIRCA 7,30 ORE E IL DISLIVELLO TOTALE IN SALITA E’ DI 940 m.

jk

Relive ‘Torre di Vezzano’

  1. Ponte a 2 volte
  2. TORRE DI VEZZANO
  3. Panorama dai MONTI CORALLI
  4. Vecchie cave allagate
  5. Invaso per l' irrigazione
  6. Invaso delle nutrie sotto i calanchi
  7. I calanchi
  8. Le nutrie
  9. Le nutrie
  10. I calanchi
  11. I calanchi sotto il sentiero 505
  12. SAN CRISTOFORO
  13. Le fonti di SAN CRISTOFORO
  14. Le fonti di SAN CRISTOFORO
  15. Il gregge sull' albero
  16. I calanchi sotto il sentiero 505
  17. I calanchi sotto il sentiero 505
  18. CHIESA DI PERGOLA

No comments yet, be the first to leave one!

Lascia un commento

Note: Comments on the web site reflect the views of their respective authors, and not necessarily the views of this web portal. Members are requested to refrain from insults, swearing and vulgar expression. We reserve the right to delete any comment without notice or explanations.

Your email address will not be published. Required fields are signed with *

*
*