Fellicarolo – Rifugio i Taburri – Serralta di Là – Pizzo delle Stecche – Libro Aperto – Cima Tauffi – Passo del Colombino – Fellicarolo

Rating: 5.0/5. From 1 vote.
Please wait...
Panoramico
1
1: Molto
2: Normale
3: Poco
Salita
1
1: Ripida
2: A tratti
3: Nulla
Difficile
D Difficile - per escursionisti esperti.
Ombra
2
1: Bosco
2: Parziale
3: Assolato
Partenza
Fanano
Posted by
Posted on
Fellicarolo – Rifugio i Taburri – Serralta di Là – Pizzo delle Stecche – Libro Aperto – Cima Tauffi – Passo del Colombino – Fellicarolo

Partito dal ponte sul RUSCELLO DI FELLICAROLO (1,5 km) prima del paese, subito dopo il ponte sulla destra ci sarebbe anche il sentiero che porta a FELLICAROLO , ma ho preferito fare la strada asfaltata (più scorrevole) ,arrivato al paese proseguito ancora per la strada andando verso sinistra e al numero civico 1010 preso il sentiero 429 in salita. Dopo circa 1,5 km lasciare il 429 e andare a destra su un sentiero non segnato, si attraversa un cortissimo tratto di bosco per arrivare in un prato dove c’è CA’ BARDUCHI, si prosegue verso il basso fino ad incontrare una larga mulattiera che porta sulla strada sterrata,  qui si va a sinistra fino al RIFUGIO TABURRI, si prosegue per un breve tratto per la strada per poi andare a destra su 445 che è una larga mulattiera. Il primo tratto è in piano, poi incomincia a salire. Al primo incrocio con il 435 proseguire diritto, al secondo incrocio proseguire diritto sempre su 445 che sempre in salita porta a SERALTA DI LA’ dove c’è UN ORATORIO CON UNA MADONNINA ( c’è anche una fontanina). Ritornare all’incrocio e qui andare a destra su 435 che sempre in salita porta al PIZZO DELLE STECCHE, qui il panorama è veramente bello, da questo momento si esce definitivamente dal bosco, si prosegue sempre in salita, ci sono tratti con sassi sino ad incontrare il 447 sul crinale , si va a sinistra per salire sul LIBRO APERTO si può andare direttamente, ma questa via diretta  presenta dei gradoni molto alti ed è tutto roccioso, oppure si aggira a mezza costa per poi salire dal lato opposto ( salita ripida ma su terra e d erba)sulla cima c’è un bellissimo panorama, si vede L’ABETONE-LE ALPI APUANE-IL M. CUSNA , ora inizia la ripida discesa lungo il crinale su GEA 00 con tratti sassosi. Ci sono anche brevi tratti in salita fino al M. LANCINO poi si riprende a salire un po fino ad arrivare con un ripido tratto molto sdrucciolevole alla CIMA TAUFFI. Ora si va a sinistra su 425, la prima parte è in leggera discesa sempre fuori dal bosco poi si entra dentro il bosco e in discesa più ripida si arriva al PASSO DEL COLOMBINO, si prosegue sempre su 425 seguendo il crinale e in leggera salita si arriva sul M. LANCIO. La discesa incomincia a farsi più ripida e quando il sentiero incomincia a risalire (incrocio) andare a sinistra in discesa su 427, seguire sempre il 427 che va sempre in discesa ,il tratto di sentiero prima di arrivare ad una bellissima casa(IL MONTE) viaggia dentro un ruscello asciutto in estate . Dalla casa proseguire ancora dentro il fosso e dopo 100 m andare a sinistra sempre in discesa. Si passa vicino ad altre 2 case per poi sbucare dietro al cimitero di FELLICAROLO, quindi rifare la strada fatta all’ andata.

N.B. IL TEMPO DI PERCORRENZA SENZA SOSTE E’ DI CIRCA 7,45 ORE E IL DISLIVELLO TOTALE IN SALITA E’ DI 1610 m.

Distanza totale: 26181 m
Altitudine massima: 1942 m
Altitudine minima: 800 m
Tempo totale: 09:39:01
Scarica

  1. Madonnina a FELLICAROLO
  2. M.CIMONE dal srntiero 429
  3. Vecchio fienile a CA' BARDUCHI
  4. I TABURRI
  5. SERALTA DI LA' (L' oratorio )
  6. L' oratorio
  7. PIZZO DELLE STECCHE
  8. M.CIMONE dal PIZZO DELLE STECCHE
  9. LIBRO APERTO
  10. LIBRO APERTO
  11. ABETONE E ALPE TRE POTENZE
  12. Crinale sentiero GEA 00
  13. Crinale sentiero GEA 00
  14. Crinale sentiero GEA 00
  15. CIMA TAUFFI
  16. OSPITALE visto dal M. LANCIO
  17. IL POGGIO

4 comments

    1. luciano49 said on luglio 7, 2019 Rispondi

      Grande Pier Giorgio le vedere escursioni in 3D, è veramente bello queste escursioni dove si fa molto crinale sono le più belle che faccio e vederle in questo modo ti gratifica anche
      Ciao e grazie

      1. Pier Giorgio Saviotti said on luglio 7, 2019 Rispondi

        Si è bello in 3d ma avevo anche dei tracker(non ricordo più) con cui si seguiva passo-passo il tracciato, tipo bird-fly; un tracciato fatto in precedenza magari da altri. Molto bello seguire in mappa prospettica e a volo d’uccello….
        In questo link ci sono tante mappe che puoi in gran parte visionare ed anche mappe “topo”,: https://www.gpsvisualizer.com/misc/google_map_types.html e che forse conoscerai bene dato che quando cammini descrivi benissimo la topografia ed altro. Bene, a presto e grazie ad Andrea che ancora una volta accontenterà il solito esigente. HahaHuHu. Ciao anche a Nav che lavora sodo.

  1. Pier Giorgio Saviotti said on luglio 11, 2019 Rispondi

    Allegato

    No n me la aspettavo.

Lascia un commento

Note: Comments on the web site reflect the views of their respective authors, and not necessarily the views of this web portal. Members are requested to refrain from insults, swearing and vulgar expression. We reserve the right to delete any comment without notice or explanations.

Your email address will not be published. Required fields are signed with *

*
*