Isola (Santa Sofia) – Bivacco Pinone – Monte Guffone – Berleta – Poggio Castellina – Isola

Rating: 5.0/5. From 2 votes.
Please wait...
Panoramico
2
1: Molto
2: Normale
3: Poco
Salita
2
1: Ripida
2: A tratti
3: Nulla
Difficile
B Media - per persone allenate
Ombra
2
1: Bosco
2: Parziale
3: Assolato
Partenza
Santa Sofia
Posted by
Posted on
Isola (Santa Sofia) – Bivacco Pinone – Monte Guffone – Berleta – Poggio Castellina – Isola

QUESTO PERCORSO PUO’ ESSERE FATTO ANCHE IN MBT OCCORRE PERO’ ESSERE BRAVI DISCESISTI PER POTER FARE IL TRATTO CHE DALLA BADIA DI SASSO PORTA A BERLETA E ANCHE IL TRATTO FINALE

 Io ho lasciato la macchina poco prima del ponte sul BIDENTE a ISOLA, sono ritornato sulla strada verso S.SOFIA, dopo 100 m a sinistra su per la strada asfaltata, la prima parte di  questa strada è tutta in salita poi spiana un po’ per poi riprendere a salire ma più leggermente, si arriva cosi alle case di CORNIETA. Ora proseguire diritto sulla strada forestale che è il sentiero 271, il panorama è molto bello, è tutto in leggera salita, si passa da CAMPO CENTO NOCI fino ad arrivare sul crinale dove il sentiero diventa il 301. Si passa dal RIFUGIO PINONE, si va in piano poi dopo una corta discesa si incomincia a salire, fino al RIFUGIO DELLA FRATTA, all’ incrocio si va a sinistra sempre sulla strada forestale, si passa sotto il M.GUFFONE, poco dopo si lascia la strada per andare a sinistra lungo il sentiero 269. Il sentiero che è una larga mulattiera va in discesa, si passa da CA’ MANDRIOLO DI SOPRA, si prosegue sempre in discesa fino a CA’ MANDRIOLO DI SOTTO, altro tratto in discesa poi ci sono alcuni tratti corti in leggera salita, il panorama verso il crinale fatto in precedenza è bello. Si riprende a scendere e dopo aver attraversato un fosso su uno sbarramento, una corta salita ci permette di arrivare sulla strada sterrata, si segue la strada andando a sinistra in discesa fino alla BADIA DI SASSO, ritornare indietro e alla prima curva andare diritto sempre su 269, la prima parte di questo sentiero è largo, poi diventa un sentiero, si procede sempre sul crinale, e sempre in discesa, il panorama è veramente bello, gran parte di questo sentiero è solto sassoso. Arrivati sulla strada provinciale a BERLETA, si va a destra seguendo la strada per circa 1200 m per poi andare a sinistra su per la strada che va a BISERNO-DIGA DI RIDRACOLI. La strada è tutta in salita e rimane sempre dentro il bosco, si arriva cosi a scollinare all’ incrocio con la strada forestale che va a SAN PAOLO IN ALPE, si scende verso BISERNO ma dopo 50 m si lungo la strada in leggera salita, questa strada rimane sul crinale, poco dopo si abbandona per proseguire su una larga mulattiera che costeggia la strada a sinistra e che in leggera salita ci permette di andare al CASTELLACCIO DI BISERNO. Proseguire lungo il sentiero in discesa fino ad incontrare di nuovo la strada che in breve ci porta a L’UCCELLARA dove finisce, qui proseguire diritto rimanendo sempre sul crinale lungo un sentiero NON SEGNATO in leggera salita, poi si spiana fino alla cima del POGGIO CASTELLINA, ora si inizia a scendere si passa in mezzo ad un castagneto, fino ad incontrare una strada forestale, qui si va a sinistra e si segue la strada in discesa, si passa da CA’ NOVA si prosegue in discesa, si devia  a sinistra e subito dopo a destra fino a CA’ DI PARINO, qui la strada finisce, si deve proseguire tenendo la sinistra attraversando il prato per poi riprendere il sentiero NON SEGNATO  che tutto in discesa ci porta sulla strada asfaltata subito dopo il ponte sul BIDENTE dove abbiamo lasciato la macchina.

N.B. IL TEMPO DI PERCORRENZA SENZA SOSTE E’ DI CIRCA 8 ORE E IL DISLIVELLO TOTALE IN SALITA E’ DI 1400 m.

Distanza totale: 31915 m
Altitudine massima: 1101 m
Altitudine minima: 307 m
Total time: 09:57:06
Scarica

Relive ‘Badia di Sasso’

  1. Casettina a CORNIETA
  2. Massi a CORNIETA
  3. Tronco fatto a casetta
  4. Rifugio del PINONE
  5. POGGIO PENNA
  6. Rifugio della FRATTA
  7. POGGIO PENNA visto da sotto il M. GUFFONE
  8. MANDRIOLO DI SOPRA
  9. MANDRIOLO DI SOTTO
  10. Panorama dal sentiero 269
  11. Bellissimo albero sul sentiero 269
  12. Panorama dal sentiero 269
  13. BADIA DI SASSO
  14. Sentiero 269 verso BERLETA
  15. Sentiero 269 verso BERLETA
  16. Sentiero 269 verso BERLETA
  17. Maesta' sul sentiero 269
  18. Sentiero 269 verso BERLETA
  19. Panorama dal sentiero 269
  20. IL CASTELLACCIO di BISERNO
  21. IL CASTELLACCIO di BISERNO
  22. Castagno
  23. Daini con il loro harem
  24. Daini
  25. Daini
  26. Daini

3 comments

  1. paolanensor said on novembre 25, 2019 Rispondi

    Luciano…la casetta della prima foto è un sogno. Ieri ne ho vista una da mettere tutta a posto con il tetto sfondato sopra Premilcuore vicino al fiume e l’ho buttata là a mio marito che sta pensando seriamente di internarmi in psichiatria, ahaha. Che bei posti che hai visto. Complimenti davvero!

  2. luciano49 said on novembre 25, 2019 Rispondi

    Ciao Paola, quella è la casetta della bambola perchè è veramente piccola ma molto bella, , di case diroccate in giro ce ne sono molte ma penso che noi non ce la faremmo ad abituarci a stare sempre in un posto a meno che uno non dica di andare a fare l’eremita , ma è molto dura, ormai siamo troppo abituati a questo tipo di vita.
    CIAO

    1. Paola Nensor said on novembre 25, 2019 Rispondi

      L’unica cosa che mi mancherebbe sarebbe il Wi-fi….del resto mi sa che non mi mancherebbe proprio niente. Ma con dei figli fare l’eremita proprio non posso. Che cruccio,ahah

Lascia un commento

Note: Comments on the web site reflect the views of their respective authors, and not necessarily the views of this web portal. Members are requested to refrain from insults, swearing and vulgar expression. We reserve the right to delete any comment without notice or explanations.

Your email address will not be published. Required fields are signed with *

*
*