Ridracoli – I Tagli – Pratalino – Ca’ di Sopra – Ridracoli

Rating: 5.0/5. From 1 vote.
Please wait...
Panoramico
1
1: Molto
2: Normale
3: Poco
Salita
2
1: Ripida
2: A tratti
3: Nulla
Difficile
A Facile -Turistica
Ombra
2
1: Bosco
2: Parziale
3: Assolato
Partenza
Santa Sofia
Posted by
Posted on
Ridracoli – I Tagli – Pratalino – Ca’ di Sopra – Ridracoli

Dalla Chiesa di Ridracoli si prende il Cai 231, si passa vicino a Ca’ Garfagnana ed inizia la salita. Si passa accanto al fabbricato Le Caselle e il sentiero continua fra qualche quercia e passa nel mezzo a due grossi massi di arenaria. Si arriva a dei campi vicino ai ruderi de I Tagli con belle vedute sulla valle e sulla diga. Si incontrano altri ruderi: Casa Spiaggetta, Farniole di Sotto e Farniole di Sopra che però è restaurata. Si prosegue puntando verso il fosso, fiancheggiandone un breve tratto , poi ci si alza verso Campo dei Peri , ultima casa della valle. Da qui la mulattiera si porta verso destra per risalire la boscosa pendice tra M.Moricciona e M. Cerviaia e uscire quindi dalla valle esattamente su un intaglio della cresta dove c’è il basamento di una vecchia croce e dove passa una pista forestale. A sinistra si raggiunge in breve tempo Casanova dell’Alpe, se si va a destra (come ho fatto io) la pista termina presso Pratalino, diroccata, su una pendice panoramica. Si va a sinistra sul sentiero per Casone e la Lama, ma lo si lascia al primo bivio voltando a destra per il Cai 239 e si scende veloci fino a Cà di Sopra e qui si procede sul classico percorso che costeggia il lago fino alla diga. Poi 3 km di asfalto ci riportano a Ridracoli. Anche se tutto sommato gli alberi e il fiume lo rendono piacevole.

Distanza totale: 13683 m
Altitudine massima: 979 m
Altitudine minima: 410 m
Total time: 04:57:19
Scarica
  1. Idro Ecomuseo delle Acque di Ridracoli dall'alto
  2. Mulattiera
  3. Sentiero
  4. Croce in cima
  5. Ruderi
  6. lago di Ridracoli
  7. Diga

4 comments

  1. luciano49 said on gennaio 6, 2020 Rispondi

    Ciao Paola, mi fa piacere vedere un tuo nuovo percorso, le foto che hai fatto sono venute molto bene, un pò dipende anche dal momento in cui si fanno. In questi giorni il tempo è molto bello non so se hai fatto il percorso la settimana scorsa visto che il lago è al pelo per la tracimazione, io ieri ero sulla diga e mi sembrava leggermente più bassa.
    Ciao e buon lavoro per la settimana che incomincia.

    1. paolanensor said on gennaio 6, 2020 Rispondi

      Ciao Luciano. Questo giretto l’ho fatto il 26 Dicembre da sola e allora non mi sono allontanata troppo. Infatti come hai ben visto l’acqua era al limite alla diga. Era tracimata nei giorni precedenti. Ho fatto altri giri perchè sono stata via praticamente tutte le domeniche. Ma a volte porto in giro qualche amica e allora per evitare problemi faccio giri già fatti. Preferisco azzardare quando sono da sola oppure assieme alla mia amica Laura che ha fatto il corso di escursionismo con me. Però quel giorno faceva proprio caldo, almeno in salita. E sulla croce quando mi sono fermata a mangiare un pò di cioccolata mi sono arrossata in viso perchè non pensavo di prendere del sole, ahah. Comunque mi sono goduta il giro.

  2. Pier Giorgio Saviotti said on gennaio 11, 2020 Rispondi

    Ciao Paola…finalmente un po’ di giri.Le foto sono stupende.

    1. Paola Nensor said on gennaio 11, 2020 Rispondi

      Ciao Pier Giorgio. Tranquillo che giro quasi sempre! Domani non andrò nelle foreste casentinesi ma farò qualche ora di nordic walking con un’ amica e quindi solo allenamento. Ma due panorami sulle colline si guardano sempre volentieri. Buona notte cari!

Lascia un commento

Note: Comments on the web site reflect the views of their respective authors, and not necessarily the views of this web portal. Members are requested to refrain from insults, swearing and vulgar expression. We reserve the right to delete any comment without notice or explanations.

Your email address will not be published. Required fields are signed with *

*
*