S. SOFIA ( BERLETA)

No votes yet.
Please wait...
Panoramico
2
1: Molto
2: Normale
3: Poco
Salita
2
1: Ripida
2: A tratti
3: Nulla
Difficile
C Poco difficile - per escursionisti
Ombra
2
1: Bosco
2: Parziale
3: Assolato
Partenza
Santa Sofia
Posted by
Posted on
S. SOFIA ( BERLETA)

Si lascia la macchina poco prima del vivaio forestale di BERLETA, percorrere la strada provinciale fino a BERLETA, per circa 1200 m per poi andare a sinistra su per la strada che va a BISERNO-DIGA DI RIDRACOLI. La strada è tutta in salita e rimane sempre dentro il bosco, si arriva cosi a scollinare all’ incrocio con la strada forestale che va a SAN PAOLO IN ALPE, si scende verso BISERNO ma poco prima di arrivare alla chiesa si va a destra passando fra due case, su una stradella  subito dopo si passa vicino ad una casa, qui inizia una larga mulattiera SEGNATA A LIVELLO LOCALE E SENZA NUMERAZIONE, si incomincia a salire, poi si alternano alcuni corti saliscendi, si segue sempre la larga mulattiera, dopo un tratto in discesa si arriva ad una casa FONTIGIANO. Ora mentre il sentiero segnato va a sinistra , noi dobbiamo proseguire su un piccolo sentiero NON SEGNATO in salita, adesso si entra in una zona denominata BIOTOPO DI CAPRIA, in alcuni tratti il sentiero non è molto definito, la salita diventa più ripida, si arriva ad una recinzione che occorre oltrepassarla e andare verso destra per arrivare su un sentiero, poco dopo si arriva a CAPRIA DI SOTTO, il sentiero resta sempre non molto definito, si sale ancora per poi in discesa arrivare a CASE CAPRIA, qui non addentrarsi dento il bosco ma rimanere su un piccolo crinale abbastanza aperto, si inizia  così una ripida salita, alla fine del tratto aperto si incontra un piccolo sentiero che andando verso sinistra ci permette di arrivare sulla strada forestale. Si segue la strada forestale andando a sinistra, il panorama si fa bello, si sale sempre seguendo il crinale, poco prima di arrivare al M. RONCO DEI PRETI, nel tratto in piano, abbandonare la strada e andare a sinistra facendo molta attenzione, costeggiando il tratto marnoso arenacea in ripida discesa per andare a trovare un piccolo sentiero NON SEGNATO. Seguire questo sentiero andando a destra, questo sentiero viaggiando sempre a mezza costa sempre sotto la strada forestale con tratti in salita e in discesa ci permette di arrivare sul sentiero 233, che ci permette dopo 200 m di arrivare a S. PAOLO IN ALPE, dopo essere andati fino ai resti della chiesa si ritorna sulla strada forestale che in salita ci porta al POGGIO SQUILLA e poi al M.RONCO DEI PRETI, ora andare a sinistra sul sentiero 257. Questo sentiero è tutto in discesa, nella prima parte scende molto a zig- zag , essendo un sentiero che segue un canalone è preferibile NON FARLO IN PIENO INVERNO PERCHE’ IL TERRENO RIMANE MOLTO BAGNATO E INOLTRE LA ZONA E’ FREDDA, si arriva ad una casa diroccata CERRETE, ora il sentiero praticamente costeggia sempre il FOSSSO DELLE CERRETE,  si attraverserà il fosso 8/ 9 volte per poi arrivare su un tratto in piano in vista di CORNIOLO,  si devia a destra e con un’ ultimo tratto in discesa si arriva ad attraversale il fiume BIDENTE DI CORNIOLO su un ponte, ora una ripida salita ci porta sulla strada principale. Attraversare CORNIOLO, andare verso la chiesina della MADONNA e qui seguire la strada asfaltata in salita che passa vicino al ripetitore , la strada ad un certo punto incomincia a scendere, dopo 300 m abbandonare la strada e andare a destra sul sentiero 267, questo sentiero tutto in salita ci porta al RIFUGIO VALPISELLA , oltrepassato il rifugio si arriva sulla strada sterrata, seguire la strada andando a sinistra che in leggerissima salita ci porta  su un bellissimo terrazzino poco prima del M. PIANACCIONE, ora lasciare la strada sterrata e andare a sinistra oltrepassare la sbarra e seguire la strada forestale, la strada sale sempre, quando la strada spiana in una curva si va a destra su un crinale, la prima parte del sentiero NON SEGNATO, è in piano e largo, poi si incomincia a scendere, si arriva su un bel prato POGGIO FABBRERIA, qui il panorama è veramente bello, si attraversa il prato in discesa e ci si ritrova sul sentiero 269, ora si va a destra e si segue il sentiero sempre in discesa dopo aver attraversato un fosso su uno sbarramento, una corta salita ci permette di arrivare sulla strada sterrata, si segue la strada andando a sinistra in discesa fino alla BADIA DI SASSO, ritornare indietro e alla prima curva andare diritto sempre sul sentiero 269, la prima parte di questo sentiero è largo, poi diventa un sentiero, si procede sempre sul crinale, e sempre in discesa, il panorama è veramente bello, gran parte di questo sentiero è molto sassoso perciò fare molta attenzione, dopo una deviazione a destra e poi a sinistra si arriva sulla strada e alla macchina.

N.B. IL TEMPO TOTALE DI PERCORRENZA SENZA SOSTE E’ DI CIRCA 8,30 ORE E IL DISLIVELLO TOTALE IN SALITA E’ DI 1650 m.

  1. Panorama dal sentiero verso CASE CAPRIA
  2. FONTIGIANO
  3. CAPRIA DI SOTTO
  4. CASE CAPRIA
  5. CORNIOLO visto dalla strada forestale
  6. Panorama da S.PAOLO IN ALPE
  7. CHIESA DI S. PAOLO IN ALPE
  8. Prati e bivacco di S. PAOLO IN ALPE
  9. Panorama sullo spartiacque
  10. Il sentiero 257
  11. CA' CERRETE
  12. Il sentiero 257
  13. In vista di CORNIOLO dal sentiero 257
  14. Sul BIDENTE DI CORNIOLO
  15. Fontanina sul sentiero 267
  16. Rifugio di VALPISELLA con relativo stagno
  17. Panorama dal POGGIO FABBRERIA
  18. Panorama dal POGGIO FABBRERIA
  19. BADIA DI SASSO
  20. Il sentiero 269
  21. Il sentiero 269
  22. Il sentiero 269
  23. Il sentiero 269
  24. I colori autunnali
  25. I colori autunnali

No comments yet, be the first to leave one!

Lascia un commento

Note: Comments on the web site reflect the views of their respective authors, and not necessarily the views of this web portal. Members are requested to refrain from insults, swearing and vulgar expression. We reserve the right to delete any comment without notice or explanations.

Your email address will not be published. Required fields are signed with *

*
*