Lago ( Corniolo ) – Passo della Braccina – Monte Ritoio – Poggio Bini – Rifugio Fontanelle – Passo Piancancelli – Monte Falco -Passo della Calla – Campigna

Rating: 5.0/5. From 1 vote.
Please wait...
Panoramico
2
1: Molto
2: Normale
3: Poco
Salita
2
1: Ripida
2: A tratti
3: Nulla
Difficile
B Media - per persone allenate
Ombra
2
1: Bosco
2: Parziale
3: Assolato
Partenza
Santa Sofia
Posted by
Posted on
Lago ( Corniolo ) – Passo della Braccina – Monte Ritoio – Poggio Bini – Rifugio Fontanelle – Passo Piancancelli – Monte Falco -Passo della Calla – Campigna

Lasciare  la macchina al LAGO (1 km dopo CORNIOLO), si ritorna a CORNIOLE lungo la strada si sale su per la strada che passa vicino ad un piccolo ripetitore, si scende fino a CORNIOLINO e qui si riprende la strada che in salita ci porta al giardino botanico di VALBONELLA , si continua sempre su strada fino al PASSO DELLA BRACCINA, ora a sinistra su strada forestale (sentiero 301) che tutta in salita ci porta sul M. AVORGNOLO qui si vede tutto il crinale che dal M. FALCO va verso CAMALDOLI. Si prosegue rimanendo sul crinale in piano poi in leggera discesa, poi inizia la salita che ci porta sul M. RITOIO, si incomincia a scendere fino alla COLLA PIAN DI MEZZANO sulla strada forestale che si seguirà andando a sinistra, dopo un breve tratto in leggera salita e un corta discesa si abbandona la strada per proseguire verso l’alto sempre su 301. Anche questo sentiero rimane sempre sul crinale, si passa dal POGGIO BINI, si alternano corti tratti in salita a tratti in piano, poi con un’ ultimo tratto in salita si arriva sulla strada forestale che si seguirà andando a sinistra e che tutta in salita passando dalla COSTA POGGIO CORSOIO ci porta al RIFUGIO FONTANELLE dove si incontra il GEA 00 , si segue la strada e dopo 100 si va a destra su GEA 00, questo sentiero tutto in salitaci permette di arrivare al PASSO PIANCANCELLI sulla strada asfaltata. Attraversata la strada si prosegue sempre su GEA 00 , e sempre in costante salita passando dalla sorgente SODO DEI CONTI si arriva sullo spartiacque, si va a destra fino sul M.FALCO dove c’è un bellissimo panorama. Ora si ritorna indietro e si segue sempre il crinale (GEA 00 ) che tutto in discesa ci permette di arrivare alla base militare e successivamente sui PRATI DELLA BURRAIA e infine sul PASSO DELLA CALLA. Io ora ho seguito la strada asfaltata fino a CAMPIGNA e poi  fino all’ incrocio con la strada che porta al PODERONE ,si abbandona la strada e si prosegue su 259, questo sentiero rimane sempre su un bel crinale molto panoramico , si arriva al M. DELLA MAESTA’ e qui si inizia la discesa che passando dal CASTELLACCIO DI CORNIOLO ci porta di nuovo sulla strada asfaltata, si va a sinistra su una strada privata, si passa in mezzo ad una casa abitata, poi l’ ultimo tratto in discesa fino di nuovo sulla strada che si seguirà fino a LAGO.

N.B. IL TEMPO DI PERCORRENZA SENZA SOSTE E’ DI CIRCA 9 ORE E IL DISLIVELLO TOTALE IN SALITA E’ DI 1580 m. ( IL TEMPO DI PERCORRENZA E’ UN PO’ FALSATO IN QUANTO QUESTO PERCORSO E’ STATO FATTO CON UNA DISCRETA QUANTITA’ DI NEVE SPECIALMENTE SUL CRINALE)

Distanza totale: 33551 m
Altitudine massima: 1647 m
Altitudine minima: 537 m
Tempo totale: 10:21:08
Scarica

 

 ESCURSIONI IN ZONA 

  1. Madonnina dietro CORNIOLO
  2. Panorama dal PASSO BRACCINA
  3. M. CIMONE-CORNO ALLE SCALE-M. GENNAIO visti dal M. RITOIO
  4. Verso il M.RITOIO
  5. M,FALCO dal M.RITOIO
  6. M. CIMONE visto dal POGGIO BINI
  7. Rifugio FONTANELLE
  8. Verso il PASSO PIANCANCELLI
  9. Verso il M. FALCO
  10. MONTE FALCO
  11. Sentiero GEA 00 verso la BURRAIA
  12. I prati della BURRAIA
  13. MADONNA DELLA FORESTA sul PASSO CALLA
  14. Crinale spartiacque dal M. DELLA MAESTA'
  15. IL CASTELLACCIO DI CORNIOLO

3 comments

  1. Paola Nensor said on maggio 12, 2019 Rispondi

    Ciao Luciano,
    ma quanta neve c’era?? Chissà che fatica immonda che hai fatto. E’ come se ne avessi fatti 60 di km,non 33. Bellissime le foto dei monti in lontananza che hai postato. Oggi mi sa che si sta tutti a casa…

    1. luciano49 said on maggio 12, 2019 Rispondi

      Ciao Paola, girare in neve è faticoso ma se trovi la bella giornata come ho trovato io , è bello, certo non credevo ci fosse tanta neve ,la veve iniziava dal PASSO DELLA BRACCINA e sul M. FALCO era alta sui 40 cm, ma il tratto peggiore è stato dal M. FALCO al PASSO CALLA anche se è in discesa perchè qui essendo venuta di vento era tutta un’ onda con degli accumuli di 80 cm si doveva sempre scavalcarli perchè se ci si andava dentro ti arrivava alla coscia.
      E si purtroppo oggi il tempo ci ha costretto a rimanere in casa , MA VI AUGURO UGUALMENTE BUONA SERATA.

      1. Paola Nensor said on maggio 12, 2019 Rispondi

        Falco, Falterona e Calla….ok…li terrò per questa estate. Per un po’ di fresco. Io se affondo in 80 cm ci resto, visto che è la metà della mia altezza, ahah. Ciao ciao!

Lascia un commento

Note: Comments on the web site reflect the views of their respective authors, and not necessarily the views of this web portal. Members are requested to refrain from insults, swearing and vulgar expression. We reserve the right to delete any comment without notice or explanations.

Your email address will not be published. Required fields are signed with *

*
*