Santa Sofia ( Fiumari ) – San Paolo in Alpe – Sant’Agostino – Rifugio Villaneta – Campigna – Passo della Calla

No votes yet.
Please wait...
Panoramico
2
1: Molto
2: Normale
3: Poco
Salita
2
1: Ripida
2: A tratti
3: Nulla
Difficile
B Media - per persone allenate
Ombra
1
1: Bosco
2: Parziale
3: Assolato
Partenza
Santa Sofia
Posted by
Posted on
Santa Sofia ( Fiumari ) – San Paolo in Alpe – Sant’Agostino – Rifugio Villaneta – Campigna – Passo della Calla

Lasciato la macchina subito dopo il PONTE ILARIO (subito dopo aver imboccato la strada per S. AGOSTINO), seguito la strada sterrata, che in realtà è il sentiero 249, dopo una corta salitella si va in falsopiano, poi dopo il PONTE CESARE si incomincia a salire fino all’incrocio con la strada per S. AGOSTINO e quella per SAN PAOLO IN ALPE, qui si lascia la strada per andare a sinistra in discesa, si attraversa un piccolo ruscello su di un ponte, poi si va a sinistra sul sentiero 283 che dopo aver costeggiato il ruscello per poco incomincia a salire per poi spianare un po’, poi dopo aver attraversato un fosso incomincia a salire e praticamente dopo aver passato il rudere di CA’ RISTEFANI, sale fino ad arrivare sul crinale al POGGIO SQUILLA. Si va a destra seguendo la strada forestale che in discesa ci porta a SAN PAOLO IN ALPE, proseguire per la strada, si passa sotto il M. GROSSO, all’incrocio attraversare la sbarra e proseguire per la strada, dopo circa 400 m abbandonare la strada e andare a destra su un piccolo sentiero NON SEGNATO che viaggiando a mezza costa e tutto in salita ci porta poco sotto il POGGIO CAPANNINA, si devia verso destra e poco dopo si arriva su un crinale, dopo un corto tratto in piano si incomincia scendere. Seguire sempre il sentiero NON SEGNATO su questo crinale, si passa dal POGGIO RICOPRI, si passa sopra la casa RONCO DEL CIANCO, il sentiero a tratti è più largo, rimanere sempre sul crinale tralasciando vari piccoli sentieri a destra e a sinistra, si arriva così sulla strada sterrata fatta in precedenza. Andare a sinistra su strada si passa da FIUMARI, la strada scende un po’ poi sale leggermente, si arriva così alla CHIESA DI S. AGOSTINO, si prosegue per la strada (sentiero 249) ma subito dopo si abbandona per andare a destra su una strada privata che in breve e in salita ci porta a LA GRILLAIA, qui 10 m prima della casa si va a sinistra su un sentiero NON SEGNATO, questo  bel sentiero sale subito per poi deviare a destra e spianare, si alternano brevi saliscendi, il sentiero diventa più largo fino ad arrivare su una strada sterrata a CA’ FRANCHETTO, qui si riprende il sentiero 249, si incomincia a salire fino ai ruderi di CA’ DI SOTTO, si scende un po’, poi dopo essere passati vicini ad una sorgente si riprende a salire, la salita si fa più impegnativa, si arriva così al RIFUGIO DI VILLANETA. Al’ incrocio proseguire diritto, il sentiero diventa 243, si continua sempre a salire, si passa in mezzo a alti castagni e ippocastani oltre ad abeti bianchi, in salita si arriva così a CAMPIGNA, io qui ho proseguito per la strada asfaltata fino al PASSO DELLA CALLA, qui si va a sinistra su 241, questo è un bellissimo sentiero che passa in mezzo ad un bellissimo bosco di faggi, il primo tratto scende sempre, poi ci sono alcune corte salite, poi dopo una deviazione a destra in discesa si arriva sulla strada forestale, una deviazione a destra seguendo la strada ci permette di arrivare fino alla FONTE DEL RAGGIO, si ritorna indietro e dopo circa 1 km si abbandona la strada forestale per andare a destra su 243. Si incomincia a scendere, la prima parte di questo sentiero è sconnesso a causa dei massi, fino ad arrivare al RIFUGIO DEL BALLATOIO, subito dopo all’ incrocio proseguire diritto su 275, questo sentiero rimane sempre sul crinale ed è molto bello, si scende sempre, ad un certo punto si abbandona il crinale deviando a destra fino ad attraversare un fosso su un ponticello di legno. Attraversato il fosso c’ è una corta salita, poi si riprende a scendere fino ad arrivare sulla strada sterrata a S. AGOSTINO, ora seguire la strada sterrata fatta in mattinata fino al PONTE ILARIO.

N.B. IL TEMPO TOTALE DI PERCORRENZA SENZA SOSTE E’ DI CIRCA 8,30 ORE E IL DISLIVELLO TOTALE IN SALITA E’ DI 1630 m.

  1. Ruscello all' inizio del sentiero 283
  2. Panorama dal sentiero 283
  3. SAN PAOLO IN ALPE
  4. Panorama dal POGGIO CAPANNINA
  5. CHIESA DI S. AGOSTINO
  6. CA' FRANCHETTO
  7. Sorgente sul sentiero 249
  8. Sentiero 249 in direzione VILLANETA
  9. RIFUGIO VILLANETA
  10. Bivacco RAGU' ( aperto) nel rifugio VILLANETA
  11. Ippocastagno in salita verso CAMPIGNA
  12. Chiesina di CAMPIGNA
  13. Fonte a CAMPIGNA
  14. Sentiero 241
  15. Sentiero 241
  16. Sentiero 241
  17. FONTE DEL RAGGIO
  18. Intelaiatura per monitoraggio della ROSALIA ALPINA
  19. Prima parte del sentiero 243
  20. RIFUGIO DEL BALLATOIO
  21. RIFUGIO DEL BALLATOIO
  22. Ponticello sul sentiero 275
  23. Panorama sulla strada del ritorno
  24. Panorama sulla strada del ritorno
  25. Giovani daini e cervi a SAN PAOLO IN ALPE
  26. Giovani daini e cervi a SAN PAOLO IN ALPE
  27. Mucche a SAN PAOLO IN ALPE
  28. Mucche a SAN PAOLO IN ALPE

2 comments

  1. gigi said on Giugno 4, 2020 Rispondi

    Bella anche questa Luciano. Un’escursione delle tue, come sempre oltre i 30 chilometri e i 1000-1500 metri di ascesa. Un percorso molto verde, in ombra, da tenere presente nei mesi più caldi. Mamma mia con che velocità cammini!

    1. luciano49 said on Giugno 7, 2020 Rispondi

      Si GIGI, questa escursione si svolge praticamente quasi tutta al’ ombra, la parte più al sole è nel primo tratto, come nell’ ultimo, visto che è lo stesso, per eliminarlo si può andare fini a FIUMARI in macchina.
      Ciao

Lascia un commento

Note: Comments on the web site reflect the views of their respective authors, and not necessarily the views of this web portal. Members are requested to refrain from insults, swearing and vulgar expression. We reserve the right to delete any comment without notice or explanations.

Your email address will not be published. Required fields are signed with *

*
*