Rispondi a: Navtrekking cos'è e come funziona in pillole

#5639
Pier Giorgio Saviotti
Partecipante

Carissimo Andrea, non voglio essere un polemico analista di scelte programmatiche e neppure un asettico giudice. Come ho già detto riesprimo la mia simpatia per Navtrekking di cui tu sei il conduttore e l’espressione di sviluppo.
Ogni impostazione, di qualsiasi sito, blog, ecc. è frutto di una “filosofia” creativa di qualcuno.
Ad esempio, le app di navigazione, trekking, tracciatori, mappe, ecc. hanno tutte (o quasi per effetto dei copiatori) una diversa impostazione, settaggi diversi, risultati diversi, esattezze ed espressioni dati diverse, utilizzo di memorie spesso incompatibili con la maggior parte dei devices sempre al limite.
E spesso …..prendere o lasciare.
Dopo questo, magari discutibile, preambolo, vado al dunque a proposito della simpatica impostazione della “nidificazione”. Sicuramente si parte dall’idea che sia meglio pianificare e schematizzare le informazioni (nel nostro caso, i commenti) per andare a pescare a botta sicura ogni cosa che sia posta diligentemente al proprio posto. Idea molto importante e tecnica.
A prescindere che sarebbe giusto che ogni commento fosse espresso con stretta inerenza al titolo di inizio, senza divagazioni o altre argomentazioni, ma di fatto(come quasi dovunque) si divaga spostando il focus su altro che il postante giudica attinente, ma poi va a finire che tratta di altri argomenti.
Ad esempio recente, siamo focalizzati su di un sentiero parte di un bel trekking, e vorremmo parlare di questo, ma si salta fuori che ci sono le zecche….hahaha allora tutta una rendicontazione medica, esperienze personali e racconti che sono spesso personali(anche un “mea culpa”) ecc. Oppure che in un trip abbiamo visto un cinghiale…ecco che salta fuori che ci sono certi posti in cui se ne festeggia la destinazione culinaria a colpi di spezzatino e salciccie. e lì ho visto degli amici che mi hanno raccontato…bla..bla…
Torna utile la nidificazione che rischia di confinare gli argomenti al passato cronologico di un cluster da andare a ricercarsi, oppure è meglio riaffidarsi al puro e semplice iter cronologico?
Un tuo parere mi sarebbe gradito.
Ciao e buona conduzione e sempre camminate!
Pier Giorgio ( qui è il caso di strarompi).hahaha…..